2014

Un Anno con ILS

Italian Linux Society è stata fondata a Savona nel 1994, dunque quest'anno ha compiuto 20 anni. Ma non siamo qui a raccontarvi del passato, di quei pionieri che ancor prima della diffusione del web già promuovevano un sistema operativo - ed una "filosofia" della condivisione di strumenti e conoscenze - al secolo esotico e misconosciuto persino agli addetti ai lavori ma che nel corso degli anni ha radicalmente cambiato non solo il mondo dell'informatica ma, con le sue numerose influenze culturali, l'intero approccio alla cultura digitale. O almeno, non lo raccontiamo oggi.

Oggi passiamo in rassegna le attività svolte nel corso del 2014, anno particolarmente intenso e prodigo di iniziative, ed anticipiamo i contesti in cui l'impegno dovrà restare alto nel 2015. In ordine sparso:

  • il motto "Con Linux Puoi" ha accompagnato l'uscita di scena di Windows XP, vetusto sistema operativo oramai abbandonato da Microsoft e da tutti i produttori di hardware e software. Ma ancora vediamo in giro moltissime istanze di questa oramai insicura ed instabile piattaforma, e molto lavoro ci sarà da fare nel 2015 per informare e sollecitare l'abbandono effettivo anche da parte del pubblico (magari in favore di Linux!)
  • nel 2014 hanno abbondato gli appelli nei confronti delle istituzioni: prima con una lettera al Governo Renzi, poi con la massiccia partecipazione alla consultazione sulla scuola promossa dal Ministero dell'Istruzione con la contro-campagna "La Libera Scuola", e più recentemente la lettera aperta di commento al piano sulla "Strategia per la Crescita" di AgID. Come associazione di riferimento nazionale è nostro dovere continuare a rammentare ai nostri rappresentanti e funzionari l'interesse economico, politico e strategico del software libero e opensource nella pubblica amministrazione, a scuola, e in tutti i settori critici d'impiego della tecnologia informatica
  • la campagna "Sistema Inoperativo" sul rimborso delle licenze di software pre-installato benché non richiesto, è rapidamente divenuta virale presso il pubblico sensibile all'argomento. Nel corso del prossimo anno sarà prioritario insistere verso i produttori ed i distributori di PC affinché prendano atto di questo diritto, sancito dalla Cassazione, e siamo certi che non sarà facile. Nel frattempo, possiamo consigliarvi per i vostri prossimi acquisti di consultare la classifica dei produttori più Linux-friendly
  • abbiamo celebrato i primi 2000 iscritti alla nostra newsletter (ad oggi, quasi 3000) con un questionario pubblico, che ha fatto emergere molti aspetti inediti sulla community di persone che hanno scelto Linux ed il software libero
  • impossibile non citare, come sempre, il Linux Day, manifestazione nazionale sostenuta da Italian Linux Society ma organizzata in primis dai gruppi di promozione locale e giunta alla sua quattordicesima edizione. Nelle prossime settimane condivideremo dati e misure più precise sui risultati del 2014

Ringraziamo chi ho sostenuto, supportato o ispirato le nostre attività, tra cui ADUC, Wikimedia Italia, LPI e Carrara Computing International. Ma anche i Linux Users Groups che ogni giorno operano nelle rispettive città in favore del software libero, i FabLab e i CoderDojo che hanno preso parte alle varie istanze locali del Linux Day 2014, e tutti coloro (tantissimi!) che in vario modo - sui social network, le mailing list, il passaparola - ci hanno aiutato a divulgare il nostro messaggio.

Chi volesse partecipare ancora più attivamente alle nostre iniziative, o meglio ancora aiutarci a studiarne di nuove, è natualmente possibile iscriversi per l'anno 2015 ad Italian Linux Society utilizzando l'apposito form online, come individuo o come associazione.

Subscribe to RSS - 2014