FOSDEM Extended

Il Free Open Source Developers European Meeting (FOSDEM) si svolge ogni anno a Bruxelles ad inizio febbraio e attira circa 8000 addetti ai lavori del mondo opensource: sviluppatori, sistemisti e operatori IT di ogni sorta, ma anche appassionati ed entusiasti. È di fatto la più grande conferenza dedicata a questo tema in Europa, e negli anni è diventato un appuntamento imperdibile per tanti. Tra cui molti italiani, la cui presenza è certo notevole.

Ma non tutti hanno modo e maniera di partecipare, e da qui emerge il proposito di auto-organizzarsi per rendere l'evento accessibile a più persone. Il FOSDEM Extended è una nuova iniziativa, un invito rivolto a coloro che vogliono contribuire a creare un nuovo momento di aggregazione, confronto e conoscenza nella propria città. Per aderire basta uno spazio disponibile nel weekend del FOSDEM (quest'anno: sabato 2 e domenica 3 febbraio), un computer, un proiettore ed un paio di casse audio; registrando la propria istanza sul sito dedicato, gli aspiranti partecipanti potranno votare i talk che vorranno seguire in diretta streaming (scegliendo tra i tantissimi che saranno pubblicati nelle prossime settimane nel programma 2019) e costruire insieme la playlist della giornata, da fruire insieme magari con una pizza ed una birra (rigorosamente belga!).

Dato il taglio dei contenuti del FOSDEM - meno divulgativi di quelli abitualmente presentati al Linux Day, e decisamente più tecnici - l'evento si rivolge soprattutto a professionisti, aziende, utenti esperti e "smanettoni", e può essere una occasione non solo per un approfondimento ed un aggiornamento tecnologico ma anche per fare networking tra le realtà professionali della propria area.

ESC 2018

Nei pressi di Venezia, dal 28 agosto al 2 settembre, anche quest'anno si terrà l'End Summer Camp (per gli amici: ESC).

Quest'anno alla manifestazione parteciperà anche Italian Linux Society, con un talk legato al tema della decentralizzazione di Internet (recentemente affrontato in modo diretto con la pubblicazione di Servizi.Linux.it) e, soprattutto, un follow up della LUGConf svolta a marzo a Torino. Dedicato sia ad informare chi non c'era su quanto è stato discusso che a fornire qualche aggiornamento tecnico, nonché ad approfondire dal punto di vista amministrativo il progetto delle "sezioni locali" di ILS destinato a facilitare la vita dei LUG nei mesi e negli anni a venire.

Sono invitati a partecipare i rappresentanti dei Linux Users Groups del nord-est, e ovviamente tutti coloro che sono interessati all'operatività della community italiana di promozione e divulgazione del software libero.

Campus Party Italia 2018

ILS a Campus Party Italia 2018

Dal 18 al 21 luglio Italian Linux Society è stata a Campus Party, manifestazione dedicata all'innovazione digitale svoltasi presso la Fiera di Milano.

In tali giorni abbiamo presieduto lo spazio con un nostro stand, distribuendo adesivi, confrontandoci con altre realtà più o meno direttamente legate al mondo del software libero (tra cui diversi Linux Users Groups), informando il pubblico di passaggio (inclusi molti giovani) sulle opportunità offerte da Linux e dall'opensource, e promuovendo diverse attività collaterali (tra cui, ovviamente, il prossimo Linux Day).

Sabato 21 si è tenuto un talk da parte del presidente, Roberto Guido, incentrato sulla campagna UnoPercento: i partecipanti sono stati sollecitati a destinare una parte del proprio fatturato al sostegno dei progetti liberi e open con cui quotidianamente lavorano, al fine di garantirne la crescita e la manutenzione nel tempo.

Servizi.Linux.it

A dispetto dei presupposti storici, tecnici e sociali di Internet oggi una mole sempre maggiore di servizi sono erogati da un numero sempre più ristretto di fornitori, accentrando utenti, dati e denaro nelle mani di pochi. A danno della pluralità, della privacy e dell'innovazione. Questi sono i presupposti della campagna "Contributopia" lanciata da Framasoft, associazione francese che da anni si adopera per fornire applicazioni e piattaforme alternative (e, ovviamente, libere e opensource) da usare e far usare in opposizione a tale tendenza.

Italian Linux Society aderisce oggi a tale iniziativa con servizi.linux.it, presso cui è possibile fruire di una serie di servizi di utilità generale. L'intento della piattaforma è quello di offrire una scelta diversa ed un nuovo polo operativo in un'ottica di decentralizzazione, ma soprattutto di ispirare altri ad hostare servizi per amici, conoscenti, colleghi di lavoro e compagni di scuola su propri server, distaccati ed autonomi, al fine di distribuire oneri, costi, informazioni e contenuti sul maggior numero di istanze possibile.

Sul sito verranno man mano raccolti articoli e tutorial in italiano dedicati al tema della decentralizzazione online, e lo stesso servizi.linux.it è una istanza di SandStorm, progetto opensource mirato a semplificare la pubblicazione e la gestione indipendente di servizi web, che vi invitiamo ad esplorare, installare, ed arricchire di nuove applicazioni.

Tags: 

Report LUGConf 2018

Nel pomeriggio di sabato 24 marzo, nel contesto di MERGE-it e a seguito dell'assemblea ILS, si è tenuto un incontro pubblico e aperto di confronto coi LUG. Due in particolare sono stati i macro-temi trattati: il futuro del Linux Day e l'introduzione delle "sezioni locali" di ILS.

Linux Day

Si è voluto porre all'attenzione dell'assemblea il costante declino nel numero di eventi registrati ogni anno, da diversi anni a questa parte, e l'esigenza di analizzare la situazione.

Quattro le proposte iniziali sottoposte:

  • continuare a svolgere il Linux Day così come è
  • sopprimerlo e confluire nel Software Freedom Day
  • organizzarlo non più su base autonoma locale ma su base strutturata regionale
  • eliminarlo in toto

Nel corso della discussione, altre alternative sono state prese in esame:

  • eliminarlo, e sostituirlo con manifestazioni nazionali di taglio tematico
  • organizzarlo su base provinciale

Rapidamente è emersa una diffusa volontà di conservare il modello attuale, imputando il declino del Linux Day ad una generalizzata crisi dei LUG (discussa ed approfondita nella fase successiva della riunione).

Si conclude che il Linux Day 2018 si svolgerà secondo le consuete modalità, delegando maggiori incarichi alla community. A tal proposito, è stato predisposto un repository GitLab che permetta a tutti di tenere traccia delle cose da fare, entro quando sono da fare, e chi le fa: https://gitlab.com/ItalianLinuxSociety/LinuxDay

Ulteriori discussioni in tal senso sono rimandate alla mailing list pubblica dedicata all'evento: https://lists.linux.it/listinfo/linuxday-idee

Sezioni Locali

Riprendendo quanto emerso sulle difficoltà - soprattutto amministrative e burocratiche - dei LUG, nonché quanto discusso nel corso della mattinata in sede di assemblea ILS, è stato presentato il proposito di ILS di formalizzare il proprio supporto amministrativo ai LUG introducendo la nozione di "sezione locale" dell'associazione nazionale, in modo da centralizzare gli oneri ed ottimizzare le risorse.

La proposta è stata accolta con curiosità ed interesse, benché siano ancora da definire i vincoli per l'adesione ed i limiti ragionevolmente sostenibili di tale supporto.

A settembre, quando saranno infine confermate le nuove regole introdotte dalla Riforma del Terzo Settore, la discussione sui contenuti del nuovo statuto ILS sarà estesa a tutti i potenziali interessati per soddisfare le esigenze dei più. Vengono comunque anticipate le necessità di:

  • inquadrare ILS in una forma che assecondi bisogni diversi (organizzazione di volontariato, associazione di promozione sociale, o altro)
  • provvedere ad una assicurazione per tutti i membri dell'associazione, requisito spesso indispensabile per accedere alle risorse messe a disposizione dai comuni
  • prevedere delle "sedi operative" locali oltre alla sede legale unica di ILS, altro requisito utile per ottenere spazi e risorse dai singoli comuni dove risiedono le sezioni locali

Pagine

Subscribe to Italian Linux Society RSS